Prevenire il decadimento cognitivo nella terza età: Stimolazione intellettiva e "cervello plastico".

Prevenire il decadimento cognitivo nella terza età: Stimolazione intellettiva e "cervello plastico".

Attualmente, l'invecchiamento della popolazione costituisce una delle sfide maggiori per le società contemporanee con conseguenze a livello sociale, economico e politico (Carvalho, 2013).
Il Portogallo e l'Italia sono tra i paesi più „vecchi“ a livello europeo e le proiezioni indicano che fino al 2050 l'invecchiamento della popolazione continuerà a crescere.

Quindi è fondamentale promuovere la nostra salute in modo continuo, guardando all'invecchiamento attivo.

Come possiamo promuovere l'invecchiamento attivo nell'area cognitiva?

È importante venire a conoscenza di una ottima notizia:

Neuroplasticità : il nostro cervello è plastico!

Questo significa che, al contrario di quanto si credeva, le connessioni tra le cellule nervose del cervello criate nell'infanzia non si mantengono inalterate durante tutta la vita adulta dell'individuo.

È scientificamente provato che la struttura e il funzionamento del cervello si può modificare finio a una età molto avanzata, e nuovi neuroni - le cellule del cervello – vengono creati.

Quindi è fondamentale stimolare il cervello, per ocntrastare l'invecchiamento normale e mantenerci attivi.
Come possiamo farlo?

Secondo lo scienziato Zimerman il concetto di stimolare è l'“atto di investigare, attivare, incoraggiare e animare gli individui“ essendo questa la maniera migliore di contrastare gli effetti dell'invecchiamento.

I programmi per proporzionare l'invecchiamento attiv0 devono:
• prevenire la malattia, come le demenze
• ottimizzare il funzionaento psicologico e nello specifico il fuzionamento cognitivo, le modificazioni fisiche e il senso di compromesso con la vita.

Le aree cogntive che devono essere rinforzate con i programmi sono:
• orientamento e attenzione
• memoria - la memoria autobiografia cosi comme la memoria di eventi recenti
• linguaggio – comprensione, vocabolario e identificazione di oggetti
• calcolo – comprensione di numeri e calcoli complessi
• Capacità di realizzarem movimenti, dominio del proprio corpo, coordinazione

La stimolazione delle abilità cognitive rafforzano l'autonomia, l'apprendimento e l'esplorazione di nuove capacità.

Stim0lato, il cervello rinforza connessioni e così è aiutato nella prevenziione del deterioramento. Vari studi dimostrano che la stimolazione intellettuale è la forma migliore di aiutare il cervello a offrire un invecchiamento salutare e attivo.

Segue una lista di esericizi che potete fare nel vostro quotidiano per allenare il vostro cervello e prevenire il deterioramento:
• lettura (meglio se a voce alta!)
• calcoli aritmetici semplici e complessi
• parole crociate

Bom Trabalho!


Fonti:
Sara Isabel Diegues Fernandes (2014), Estimulação cognitiva em idosos institucionalizados
https://bibliotecadigital.ipb.pt/bitstream/10198/11546/1/Sara%20Isabel%20Diegues%20Fernandes.pdf

Share article: